Comprare Theter (USDT)

Molti degli investitori che acquistano unità di criptovaluta Tether, abbreviata anche nella sigla USDT, la utilizzano spesso negli scambi con altri token. Per entrare in possesso di moneta digitale ci sono solo due strade sicure al momento: il suo acquisto tramite exchange affidabili o tramite i broker criptovalute.

Con questo articolo vogliamo illustrarti nel dettaglio proprio queste due alternative (anche se come vedremo con Tether il discorso dei broker CFD viene meno) e cosa ti serve per completare le relative procedure. Ricorda sempre che segnaliamo soltanto le migliori piattaforme e migliori per noi significa due cose: sicurezza ed economicità.

Procedendo nella lettura potrai aggiungere Tether al tuo portafoglio elettronico in pochissimo tempo e senza alcuna difficoltà, anche se non hai avuto mai a che fare prima d’ora con le criptovalute. Cominciamo subito col fornirti qualche nozione in più su Tether.

Tether: un po’ di storia

Le criptovalute classiche come Bitcoin ed Ethereum non sono ancorate a nessuna altra valuta tradizionale. Il loro valore è dato quindi soltanto dalle fluttuazioni del libero mercato. Nel caso di Tether parliamo invece di stable coin e questa stabilità viene dal legame della criptovaluta in esame con il dollaro americano. Questo significa che un Tether varrà sempre e comunque un dollaro, o quasi.

Correva l’anno 2014 quando nacque la Tether Operation Limited in quel di Hong Kong. Da allora il valore di un USDT è rimasto più o meno sempre pari ad un dollaro americano. Piccole oscillazioni sono dovute al grande utilizzo di Tether, che ha generato una grande mole di scambi in tutto il mondo ed è sintomo di un successo crescente.

Come e dove comprare Tether sugli exchange

Per entrare in possesso di criptovaluta Tether devi partire dallo scegliere una piattaforma exchange criptovalute (o più di una) tra tutte quelle sicure e regolamentate che ti proponiamo. Queste ultime accettano sempre come metodi di pagamento le carte di credito o di debito e i bonifici bancari, quindi in pratica rendono possibile a chiunque l’acquisto di monete digitali.

Ma cosa cambia tra questi due strumenti? Riassumendo, tempistiche e costi. Proprio come quando acquistiamo su Amazon, ad esempio, il pagamento con carta avviene in tempo reale e la stessa cosa accade procedendo in questa maniera con il deposito sull’exchange e ovviamente anche con l’acquisto di Tether.

Comodo ma con un costo, pari a circa il 2% di commissione e non certo per scelta delle piattaforme. In alternativa potremo utilizzare un bonifico bancario che ha i suoi tempi: parliamo di due-tre giorni lavorativi per vedere accreditato il deposito sul nostro conto associato all’exchange scelto.

Soltanto dopo potremo procedere a comprare Tether e altre criptovalute; in compenso, però, pagheremo meno in termini di commissioni. A questo punto la scelta sta a te e alle tue esigenze di investitore. Se proprio non puoi aspettare utilizzerai una carta, viceversa risparmierai attraverso un bonifico.

Cosa serve per comprare Theter

Tutto quello che ti serve per comprare Tether sugli exchange sono un computer o un dispositivo mobile, smartphone o tablet che sia. Oltre, naturalmente, ad una connessione a internet. Niente di trascendentale, come vedi. Se agirai da mobile potrai contare inoltre su delle app ufficiali create dagli exchange e scaricabili gratuitamente dagli store elettronici Android ed Apple. È davvero tutto: non ti resta che partire con la registrazione digitando unicamente nome, cognome e indirizzo di posta elettronica.

Tieni sottomano un documento di riconoscimento tra carta di identità, passaporto e patente. Ti servirà per le procedure di KYC (“Know your customer”), imposte agli exchange regolamentati secondo le normative europee e che tra l’altro ti assicurano di investire in sicurezza. Assicurati di aver digitato correttamente la tua e-mail, che a parte fungere da nome utente servirà anche per ricevere un messaggio di attivazione con un link da cliccare.

Dove custodire Theter

In quanto a custodia delle criptovalute acquistate non dovrai preoccuparti di nulla: ogni exchange di quelli che ti segnaliamo ti mette a disposizione un portafoglio elettronico (wallet) nel quale conservare i tuoi Tether. A registrazione avvenuta, account verificato e metodo di pagamento selezionato potremo già procedere per comprare USDT.

Logghiamoci con le nostre credenziali d’accesso, clicchiamo sulla sezione dedicata all’acquisto di criptovalute e selezioniamo quella che ci interessa, in questo caso Tether. Indichiamo il metodo di pagamento che andremo a utilizzare (ricordiamoci che se optiamo per un bonifico ci sarà da attendere l’accredito) e l’ammontare in euro di token da comprare. Controlliamo che tutti i dati siano corretti, confermiamo e in pochissimo tempo vedremo accreditarci i Tether sul nostro wallet.

Come comprare Tether sui broker CFD

Come avviene per qualsiasi altra stable coin, comprare Tether attraverso i broker i CFD non è conveniente in quanto non si verifica alcuna variazione sostanzale del suo prezzo. Ricordiamo infatti che fare trading con i CFD significa speculare sulla volatilità del valore delle criptovalute, indicando il nostro pronostico su aumenti o diminuzioni dello stesso. Non essendoci questa grande volatilità Tether rende impossibile guadagnare attraverso queste attività.

Si possono però effettuare altre operazioni interessanti come vendere USDT nel momento in cui criptovalute come Bitcoin o Ethereum iniziano a valere più del dollaro. Con il ricavato andremo a puntare proprio su queste ultime. Viceversa, se le monete digitali classiche crollano è conveniente venderle e dotarsi di Tether. Che, quindi, si rivela un ottimo strumento contro i normali cicli economici.

Conclusioni su come e dove comprare Theter

La scelta di comprare Tether presuppone riflessioni differenti rispetto a tutte le altre criptovalute, in quanto come ti abbiamo spiegato si tratta di una stable coin collegata al valore del dollaro americano.

Questo significa che avremo una volatilità assai limitata. Chi utilizza Tether per le sue transazioni lo fa in virtù di costi operativi inferiori e per bypassare strumenti come carte di credito e bonifici.

Da qui scaturiscono parecchi dei vantaggi che si assicura chi compra USDT, che trae beneficio anche dallo scambio con altri token. Potremo ad esempio disfarci di criptovalute che non ci soddisfano e ottenere in cambio Tether. Chi compra questa criptovaluta investe in pratica sul dollaro americano.

Se cerchi come comprare un´altra criptovaluta clicca qui.