Comprare Polkadot (DOT)

Tra le criptovalute emergenti dell’ultimo periodo troviamo in pole position certamente Polkadot. Questo per la sua crescita esponenziale che fa invidia anche alle monete digitali più popolari. Ecco perché abbiamo deciso di dedicare un articolo approfondito al DOT (questo il nome del token associato a Polkadot) per chi vuole aggiungerlo al proprio portafoglio elettronico.

Si può optare per comprare Polkadot su una delle piattaforme exchange regolamentate che ti consigliamo o in alternativa scegliere di speculare sulla sua quotazione attraverso i broker che negoziano CFD.

In ogni caso con le nostre indicazioni potrai effettuare operazioni alle migliori condizioni di mercato e senza rischio alcuno. Tra l’altro si tratta di procedure semplicissime, rapide e alla portata di tutti che nelle prossime righe ti spiegheremo.

Polkadot: un po’ di storia

Polkadot è un progetto che nasce nel 2016 dalla mente di chi ha partorito anche l’embrione di Ethereum e quindi dei contratti intelligenti (smart contracts). In molti stanno rivolgendo la propria attenzione all’acquisto di Polkadot visto il suo grande successo.

La sua marcia in più è data dalla centralità per quanto riguarda l’interoperabilità tra le differenti blockchain esistenti: questo contribuisce ad accrescerne il valore.

Come comprare Polkadot sugli exchange

Non c’è nulla di più semplice del comprare Polkadot sulle piattaforme exchange sicure come Bitfinex che ti segnaliamo sul nostro sito. E per di più puoi farlo pagando commissioni irrisorie che si attestano al 2%-3% massimo. Investire nell’acquisto di Polkadot confidando in un aumento futuro del suo valore per trarne un profitto non richiede nessuna particolare condizione. Il successo dei DOT è testimoniato dal fatto che oggi la maggior parte degli exchange più importanti ne alimentano la compravendita.

Rispetto al semplice acquisto da privati senza intermediari con gli exchange puoi godere di una sicurezza molto maggiore, oltre che effettuare anche scambi tra criptovalute differenti. Si tratta di operatori regolamentati e in possesso di regolare licenza, che mettono a tua disposizione piattaforme intuitive e solide.

Per comprare Polkadot da un exchange non ti serve nient’altro che una connessione a internet, nemmeno particolarmente rapida come quella della fibra ottica. Non è necessario neppure essere in possesso di dispositivi particolarmente avanzati, computer, tablet o smartphone che siano. Nel caso degli smartphone gli exchange funzionano dietro download e installazione di apposite app ufficiali, navigazione del sito ufficiale via browser a parte.

La maggior parte degli exchange che trovi sulle nostre pagine accettano come metodo di pagamento i due strumenti più pratici e convenienti: i bonifici bancari, più economici e che richiedono qualche giorno lavorativo per finalizzare l’accredito, e le carte di credito o di debito, che originano transazioni praticamente in tempo reale ma comportano commissioni più alte (pari circa al 2%).

Come registrarsi per comprare Polkadot

Sei pronto a cominciare? Ti accorgerai ben presto di quanto sia semplice e veloce comprare Polkadot su un exchange regolamentato. Si comincia registrandosi e aprendo un conto: inizialmente le uniche informazioni richieste sono nome e cognome, il nostro indirizzo di posta elettronica e una password sicura. Bisognerà poi anche inviare un nostro documento di identità per motivi di legge e di sicurezza.

Gli exchange sono tenuti infatti ad identificare con precisione ogni utente e se capiti su una piattaforma che non fa altrettanto ti consigliamo di rimanerne lontano. Dopo la registrazione basta depositare una somma di denaro sul nostro nuovo conto e procedere all’ordine della quantità di Polkadot desiderata.

Ti consigliamo di dare bene un’occhiata alla schermata di riepilogo che precede la conferma dell’ordine e poi di procedere. Questo perché una volta conclusa l’operazione questa non sarà più annullabile. Dopo l’acquisto dei DOT questi vanno custoditi in un portafoglio elettronico (wallet). Nessun problema, in quanto quasi tutti gli exchange più importanti ti offrono un servizio di wallet per conservare le tue criptovalute. Quando lo desidereremo potremo rivendere i DOT o scambiarli con altri token.

Le procedure annoverate sotto il nome di KYC (“Know your customer”) sono obbligatorie per legge ed è per noi un bene, in quanto contribuiscono a mantenere il nostro denaro al sicuro grazie all’identificazione rigida di tutti gli utenti che agiscono sugli exchange. Non dovremo fare altro che inviare un documento di riconoscimento come la carta di identità, la patente o il passaporto.

Fatto anche questo possiamo comprare i nostri DOT presso la sezione di acquisto dell’exchange digitando l’ammontare in euro desiderato. Seleziona Polkadot come criptovaluta e il gioco è fatto. Nella schermata di riepilogo visualizzerai anche l’importo da pagare per la commissione. Alla stessa maniera sugli exchange sarà poi possibile rivendere i nostri DOT.

Come comprare Polkadot sui broker CFD

Se non ti interessa dotarti propriamente di criptovalute puoi comunque sfruttare il successo e la profittabilità di Polkadot. Come? È semplicissimo, con uno strumento finanziario derivato chiamato “contratto per differenza”, spesso abbreviato con la sigla CFD. I broker che lo negoziano ti permettono di guadagnare semplicemente prevedendo se il prezzo dei DOT salirà o scenderà. E, in caso di pronostico esatto, il profitto arriverà puntuale in entrambe le eventualità.

L’acquisto di Polkadot con i CFD è effettuabile con i medesimi metodi di pagamento visti per gli exchange, con i quali provvedere ai depositi. La custodia delle criptovalute non è necessaria perché come anticipato con queste operazioni non andiamo a comprare concretamente dei token ma speculiamo sulla loro volatilità.

Ad ogni modo se hai già delle criptovalute e vuoi custodirle in un wallet sappi che a differenza degli exchange i broker di CFD difficilmente rendono disponibile ai propri utenti un servizio di portafoglio elettronico. Dovrai quindi rivolgerti altrove, magari prendendo in considerazione l’idea di acquistare un wallet offline sotto forma di chiavetta usb. Che tra l’altro rappresenta in assoluto il portafoglio elettronico più affidabile, in quanto scollegato e non esposto ai pericoli della rete.

Conclusioni su come e dove comprare Polkadot

Polkadot si è già da un po’ rivelata un’ottima fonte di profitti anche attraverso lo staking, che in maniera passiva ci fa percepire interessanti percentuali di interessi. Per tutto quanto abbiamo visto è previsto un notevole aumento di valore per i DOT in questo 2021 e perciò ti consigliamo di provare ad acquistarne la quantità che desideri sugli exchange regolamentati.

Vuoi comprare altre Critpo ma nn sai dove. Leggi la nostra guida per comprare criptovalute al miglior prezzo.