Joey Krug, co-direttore del fondo speculativo centrato sulle criptovalute Pantera Capital, ha affermato che Ethereum potrebbe diventare parte integrale del sistema finanziario globale.

In un’intervista con Bloomberg, Krug ha previsto che, in futuro, oltre il 50% delle transazioni finanziarie potrebbe coinvolgere Ethereum. Ha inoltre affermato che, nonostante la competizione che Ethereum ha sul campo, la sua posizione leader al momento risulta essere indiscussa:

“a differenza di ethereum, ci sono troppi compromessi che le altre blockchain stanno facendo nel merito della decentralizzazione, e sono piuttosti importanti […] spostando l’orologio avanti di dieci o vent’anni, una considerevole percentuale delle transazioni finanziarie, forse anche il 50% di esse, coinvolgerà in qualche modo ethereum”

Secondo Krug, affinché si raggiunga questo traguardo è fondamentale un adeguato sviluppo della rete: egli afferma che quando Ethereum migrerà al protocollo Proof of Stake, la piattaforma potrebbe iniziare a costituire una base per la nascita di progetti concorrenti. Per questa ragione, è fondamentale che il protocollo rimanga competitivo, senza tuttavia barattare la propria decentralizzazione per questo.

Una nota dolente: i costi di commissione

Nonostante i punti di forza, la rete soffre ancora di costi di commissione troppo elevati. Secondo Glassnode, la media dei costi di commissione pagati in una settimana sfiora quasi i due milioni di dollari. Tuttavia, Ethereum appare essere comunque largamente utilizzato, con oltre 70 milioni di wallet il cui contenuto in Ethereum è diverso da zero (dati riportati da Finbold). Alcuni hanno fatto tuttavia notare che molti di questi wallet potrebbero contenere solo basse somme di Ethereum, le quali non sarebbero state trasferite proprio in virtù degli elevati costi di commissione. Per questa ragione, il numero indicato sarebbe da prendere con le pinze.

Il prezzo di Ethereum

Al momento, il mercato delle criptovalute è ancora soggetto a grande volatilità, ed anche Ethereum sembra aver risentito di ciò, con un prezzo che, al momento della stesura di questo articolo, si attesta poco al di sopra dei $3K. Questo valore è piuttosto lontano dall’ATH raggiunto dalla criptovaluta meno di due mesi fa, quando a Novembre aveva raggiunto il valore di $4.8K.

Per chiunque intendesse acquistare Ethereum, approfittando anche del recente calo del valore, può farlo attraverso piattaforme di exchange online.