Sin dal lancio del supporto per gli Smart Contracts, Cardano ha iniziato ad apportare cambiamenti significativi alla propria blockchain. Ciò ha comportato un aumento del suo impiego e per questo si è resa necessaria una migliore scalabilità allo scopo di poter rispondere all’incrementata domanda. Sin dal lancio in Settembre, ci sono stati diversi miglioramenti alla rete, e l’ultimo di essi è l’aumento della grandezza dei blocchi.

La grandezza dei blocchi è aumentata

In un recente post su blog, Cardano ha annunciato di essere in procinto di aumentare la grandezza dei blocchi del 12.5% allo scopo di rispondere alla necessità di maggiore spazio dovuta all’aumento di traffico sulla rete. L’aumento ammonta ad 8KB, e porterà la grandezza totale dei blocchi a 72KB, permettendo quindi a ciascun blocco di includere un maggior numero di transazioni. Ciò permetterà il processamento di più transazioni al secondo, e di conseguenza un maggior flusso di dati.

Bisogna ricordare che un anno fa, Cardano vedeva circa 10k transazioni al giorno. Ora, un anno dopo, questo numero ha superato le 200k transazioni giornaliere, e continua a salire. Un incremento della grandezza dei blocchi del 12.5% potrà non sembrare molto, ma può in realtà fare una differenza significativa.

Un altro fattore che giustifica l’aumento nella grandezza dei blocchi è il lancio delle DApps, che saranno presto lanciate sulla blockchain. Dato che Cardano possiede già la capacità di supportare gli Smart Contracts, è solo una questione di tempo prima che gli sviluppatori inizino ad utilizzare la rete per le proprie app, e ciò sarà necessariamente accompagnato da un aumento del traffico.

Incremento anche per la memoria Plutus

La grandezza dei blocchi non è l’unica cosa che è stata incrementata: Cardano ha aumentato anche le unità per transazione della memoria Plutus, di un ammontare pari al 12.5%, e per un totale di 11.25 milioni. John Woods, direttore dell’architettura di Cardano, ha spiegato che questo cambiamento è stato implementato in risposta ad una crescente domanda da parte degli sviluppatori, in quanto sarà loro utile per testare e rilasciare le proprie DApps sulla rete:

“un aumento nella memoria plutus farà in modo che loro [gli sviluppatori] potranno sviluppare script di plutus più sofisticati, o che gli script esistenti saranno in grado di processare più dati”

Woods sottolinea che questo è solo il primo di una serie di cambiamenti che interesseranno i Plutus scripts.

Per chiunque intenda acquistare Cardano, è possibile farlo attraverso piattaforme di exchange online.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui